NOTIZIE

  • PROIEZIONE FILM E DIBATTITO SUL TEMA “A CASA LORO”
    8 maggio 2018 - CINEMA ROSEBUD - Via Medaglie d’oro della Resistenza, 6 - REGGIO EMILIA
  • Protocollo di Venezia: un documento sconcertante
    Lo scorso 6 marzo a Venezia la presidente del Tribunale, Manuela Farini, e il presidente dell'Ordine degli avvocati, Paolo Maria Chersevani, hanno sottoscritto un protocollo che si riferisce alla sezione immigrazione del Tribunale. Si tratta di un documento sconcertante per i contenuti e per il metodo.
  • Siria: la legge del più forte la fa da padrona
    1285 feriti e 287 morti in due giorni e mezzo, come riporta Medici Senza Frontiere; 350.000 persone intrappolate nell’enclave in mano all’opposizione; uso da parte del governo siriano di armi chimiche, come denuncia Amnesty International; ospedali distrutti, assenza di medicinali, persone che vivono da giorni in seminterrati in condizioni igieniche precarie.
  • I morti aumentano e il Ministro gongola
    Le persone scomparse nel Mediterraneo dall'inizio dell'anno è rimasto pressoché invariato rispetto al 2017: 468 nel gennaio/febbraio 2017 e 411 nello stesso periodo del 2018 (dati OIM). Rapportato al numero di arrivi, quindi, il tasso di mortalità risulta in crescita: nel 2018 è del 4,6%, contro il 4% per lo stesso periodo del 2017.
  • Sui migranti e la sicurezza, numeri inventati e propaganda elettorale
    Sentiamo ripetere in maniera ossessiva che, nonostante i dati reali suggeriscano esattamente il contrario, c’è un diffuso senso di insicurezza nell’opinione pubblica e che bisogna farsene carico. Diamo un po' di numeri...
  • Lo straniero non è il nemico
    L’intervista ad Argiris Panagopoulos pubblicata sul quotidiano di SYRIZA “Avgi”, domenica 11 Febbraio 2018.
  • Filippo Miraglia e Pietro Grasso in visita alle vittime di Macerata
    Un atto di umanità nei confronti di queste persone colpite per il colore della loro pelle. Gravi le dichiarazioni del Ministro Minniti che ancora una volta lega con le sue parole l’attentato di Macerata agli sbarchi dei migranti
  • Altro che i silenzi del Pd, l’Italia democratica e antifascista prenda la parola dopo Macerata
    Cosa sarebbe successo se a sparare a Macerata fosse stato uno straniero e a essere colpiti degli italiani? Avremmo visto le foto e i nomi delle vittime, letto le loro storie? Io penso di sì. Alle vittime è stata sottratta ogni umanità
  • Fake news sull’immigrazione. Le bugie della destra istigano alla violenza
    La discussione pubblica sull’immigrazione in queste ore, dopo la tentata strage di Macerata, è diventata ancor più cinica e irresponsabile di quanto già non lo fosse prima. In realtà i numeri della propaganda di destra sugli irregolari sono del tutto inventati.
  • Sparatoria a Macerata. Miraglia: “Fermiamoli prima che sia troppo tardi”
    Una persona rischia la vita e altre 4 rimangono ferite. L'ideologo del razzismo di stampo leghista, senza alcun pudore, davanti al sangue appena versato, dopo una frase di circostanza ("chi commette crimini va perseguito") ribadisce che la colpa è degli immigrati.
  • Qualcuno, prima o poi, ce ne chiederà conto
    Un’altra tragedia annunciata a poche ore dall’avvio del nuovo programma dell’agenzia Frontex, Themis, che riduce ancora di più l’azione di salvataggio delle forze europee, rendendo sempre più difficile soccorrere le persone
  • Le elezioni politiche rappresentano un passaggio decisivo in democrazia
    Posizioni diverse si confrontano, anche aspramente, alla ricerca del consenso su scelte politiche che dovrebbero rappresentare una risposta alle domande che emergono dalla società
  • Immigrazione: una questione cruciale
    Quando tra qualche decennio si parlerà del XXI secolo lo si ricorderà come il secolo delle grandi migrazioni, indotte da guerre, cambiamenti climatici, spoliazione delle risorse di interi continenti e popoli, ma anche delle stragi di migranti, migliaia e migliaia di morti di frontiera consumate nell'indifferenza di gran parte dei governi del pianeta.
  • Migranti: ribaltare il tavolo
    Il mio contributo alla pubblicazione uscita per le edizioni del gruppo Abele nel 2017, dal titolo "Indicativo Futuro, le Cose Da Fare, materiali per una politica alternativa", dove sono riportate le analisi e i suggerimenti per una proposta di sinistra per l’Italia e l’Europa sulle principali questioni che riguardano le persone e la società.
  • Bloccare l’accordo con la Libia. E’ urgente fermare la strage
    Dopo le elezioni siciliane, il mondo politico ci consegna ancora una volta un dibattito surreale, che prescinde dalle questioni concrete che riguardano la vita e i diritti delle persone.
  • In memoria delle vittime dell’immigrazione, in memoria di Lampedusa
    Tre ottobre 2013, al largo dell’isola di Lampedusa morirono in un naufragio 368 persone. Quella data, il 3 ottobre, è stata dichiarata, con una legge approvata dal Parlamento, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.
  • Siamo di fronte a scelte che fanno dell’Unione Europea uno spazio senza anima e senza futuro
    L’intesa raggiunta non comporta alcuna soluzione concreta e praticabile ed ha come obiettivo di alimentare la retorica dell’invasione e indicare un capro espiatorio nelle organizzazioni umanitarie che salvano vite umane e che fanno, almeno in parte, il lavoro di soccorso che dovrebbero fare gli Stati, per obbligo di legge e non per divertimento.
  • Il decreto legge Orlando-Minniti è stato approvato in via definitiva dalla Camera con il ricorso al voto di fiducia.
    Se si fosse davvero voluto intervenire per ridurre i tempi d'attesa dei richiedenti asilo, lo si sarebbe potuto fare  migliorando il sistema di prima accoglienza  o magari potenziando gli uffici giudiziari
  • Il razzismo di stato del neo presidente degli USA
    Avere un sistema democratico dotato di strumenti di controllo, pesi e contrappesi, non è di per sé sufficiente a impedire che si affermino nuove forme di fascismo.